immagine evocativa: giornalista al lavoro

Giornalisti e TFR: azienda o fondo pensione?

Oggi parliamo del giornalista Luca e della sua indecisione fra il mantenere il TFR in azienda (casa editrice con meno di 50 dipendenti) e il destinarlo ad un fondo pensione.

In Aziende e TFR  ho scritto di come affrontare al meglio la questione, ma dal punto di vista dell’azienda.

Luca è molto preoccupato per la situazione debitoria della cassa previdenziale dei giornalisti e vorrebbe versare il TFR in un fondo pensione. Luca è all’inizio della sua attività di giornalista.

Cosa succede se il TFR rimane in azienda?

Il TFR verrà rivalutato del 1,5%  + 75% dell’aumento dell’indice Istat dei prezzi al consumo rilevato per l’anno precedente.

E se l’inflazione fosse negativa? Attualmente si parla di inflazione positiva, ma la vita è lunga e può succedere di tutto.

Fiscalmente il TFR in azienda subirà una tassazione sul rendimento del 17% e nel momento della cessazione del rapporto di lavoro il TFR sarà sottoposto a tassazione separata (applicazione aliquota IRPEF media di tassazione dei 5 anni precedenti.

Perché scegliere di mantenere il TFR in azienda se hai la possibilità di aderire ad un Fondo pensione?

  • Lo sapevi che in un Fondo pensione su interessi e plusvalenze si sconta un’imposta sostitutiva del 20% e non del 26% , inoltre lo sapevi che se all’interno della linea di investimento vi è un consistente percentuale di titoli di Stato, la tassazione complessiva potrebbe essere anche inferiore al 20% ed attestarsi ad un 17% o addirittura meno?
  • Lo sai che chi per età ha davanti a sé un periodo di lavoro ancora lungo, avrà una tassazione massima del 9%  per la sua prestazione pensionistica?
  • Lo sai che per chiedere un anticipazione del TFR in azienda devi aspettare 8 anni ed ottieni un 70% massimo di quanto accantonato. Lo sai che una volta ottenuta un’anticipazione ti sarà preclusa la possibilità di ottenerne un’altra?
  • E se trasferissi il TFR in un fondo pensione? Dovrai attendere 8 anni per anticipi su mutui ristrutturazioni prima casa, ma otterrai un anticipo del 75%.

Lo scenario

Dovranno trascorrere 8 anni per richiesta anticipazione per spese generiche (esempio acquisto auto) e per un  importo massimo del 30%.  Eventuali spese sanitarie per interventi chirurgici potranno accedere ad un anticipo del 75% e potrai ottenere l’importo nel momento in cui ne farai richiesta senza considerare gli 8 anni visti in precedenza. Potrai ottenere più anticipi nel tempo.

Contattami per avere maggiori informazioni e continua a seguirmi.

Contatti

"*" indica i campi obbligatori

Nome completo*
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.